I Rotary di Mantova si sono riuniti nella bassa nel segno del ricordo…

I rotary di mantova, per la prima volta, sono usciti dai loro confini, per approdare in Emilia, in provincia di Modena e nel Comune di Concordia, realizzando un meeting vocato alla solidarietà e alla raccolta di fondi da devolvere a chi è rimasto senza casa e lavoro in attesa (per quanto?) dei promessi aiuti economici della Regione e del Governo.

Location dell’intermeeting organizzato da due club Rotary, i Castelli Mantovani e l’Andes di Virgilio-Curtatone, il parco della villa Belli di San Giovanni di Concordia, di proprietà del farmacista del paese che ospita dal 20 maggio scorso, decine di sfollati le cui case sono rimaste danneggiate dal sisma.

Quel renzo Belli che pochi giorni prima del terremoto era stato colpito da una terribile tragedia famigliare: la morte in un incidente stradale del figlio Marco, di appena trent’anni. E così i due Rotary club mantovani, in uno dei quali il dottor Renzo Belli è socio, hanno deciso di riunirsi eccezionalmente fuori dal loro territorio, in piena zona terremotata. Diretta dai due presidenti, Dante Ghisi e massimiliano Ghizzi, la serata conviviale svoltasi sotto un ampio tendone bianco, si è sviluppata all’insegna della solidarietà nel ricordo delle vittime dei crolli. Un video amatoriale ha illustrato agli ospiti mantovani il dramma dei danni dei principali palazzi di Concordia, della torre della Caserma dei Carabinieri, del cimitero e della chiesa parrocchiale, immagini che hanno scosso l’animo dei presenti, fornendo una visione cruda ma reale delle devastanti conseguenze del sisma del 20 e del 29 maggio. Toccanti anche le parole del padrone di casa, Renzo Belli, che ha parlato con voce  commossa della tragica morte del figlio Marco e del terremoto dopo il quale ha deciso, insieme alla moglie carla, di aprire i cancelli del suo parco a quanti erano rimasti privi di un tetto, dando così vita a una tendopoli autogestita e autosufficiente. All’interme ting rotariano mantovano di Concordia era presente anche Domenico apicella, assistente del governatore del Distretto. (Cesare Pradella)

Tratto da: Tempo N°29 27-07-2012