Conviviale “… per ridere un po’ …”

2014 11 06 - Per ridere

 

6/11/2014 – Conviviale presso la nostra sede all’ Hotel “La Favorita”.

Tema della serata “… per ridere un po’ …”, relatore della serata Luigi Togliani, noto psicologo mantovano (in foto con il presidente del club Federico Borgonovi).

La serata è stata allietata da digressioni ed aneddoti divertenti, il tutto con una chiara vocazione alla leggerezza ed alla comicità.

Un’asta a favore dei bambini della Bielorussia

Giovedì 19 giugno, in occasione della serata del passaggio delle consegne del ns. club (al ristorante Artegusto di Gazzuolo), verrà messa all’asta un opera dell’apprezzato pittore bielorusso Andron Shurok, artista fra i più affermati nel proprio Paese e protagonista di eventi artistici anche in Russia, Germania, Lettonia ed Estonia.

Il ricavato verrà devoluto ai bambini della Bielorussia a mezzo della sig.ra Lucia Grandi

I dettagli dell’opera, che potete vedere in anteprima nella foto allegata insieme al certificato d’origine, verranno illustrati in fase d’asta.

2014 06 19 - Asta - foto quadro

2014 06 19 - Asta - certificato

Temi e video contro gli incidenti – “Amici di Samuel” e Rotary premiano i ragazzi della Bertazzolo

10409371 574055439374134 9088962719729383316 n

Promuovere nei giovani la cultura della sicurezza stradale, svolgendo un’importante opera di prevenzione sul territorio. Questo l’obiettivo del progetto “Accidenti agli incidenti” promosso dall’associazione “Amici di Samuel” insieme al Rotary Castelli di Mantova, istituendo una borsa di studio intitolata a “Marco Belli” e rivolta agli studenti delle classi 3°A-D-E-F della scuola media Bertazzolo. Ieri nel salone dell’istituto si è tenuta la cerimonia di premiazione degli elaborati migliori. Al primo posto si è classificata Chiara Fiorio (3-E) che ha scritto un bellissimo tema sulla sicurezza (300 euro). Al secondo posto si sono classificati Pietro Lodi Rizzini, Elena Fonelli e Riccardo Gilli (3-F), per avere prodotto un video multimediale sull’argomento (100 euro a testa). Terzo Riccardo Fantini (3-D) che ha costruito un plastico riproducendo un attraversamento pedonale (premiato con un casco). Alla consegna erano presenti la dirigente scolastica Maria Teresa Ruberti, il prefetto del Rotary Castelli Giuseppe Barreca, la presidente Vanna Pasini ed il vicesindaco Espedito Rose. Nell’occasione sono state presentate le piastre in ceramica storico-artistiche prodotte dagli alunni utilizzando la tecnica del risparmio, senza l’impiego dei colori, raffiguranti la città di Mantova del Settecento, distribuite nei vari piani dell’Istituto. Ruberti ha infine comunicato che una delegazione della scuola il 6 giugno andrà a Roma a ritirare il “Premio Curcio” per le attività creative, avendo vinto nella sezione speciale il concorso nazionale con “Pinocchia in fondo al mare” che tratta dei diritti umani. (g.s.)

Tratto da Gazzetta di Mantova 6 giugno 2014

SUD-EST ASIATICO DICHIARATO LIBERO DALLA POLIO

SUD-EST ASIATICO DICHIARATO LIBERO DALLA POLIO

Il 27 marzo l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha certificato 11 Paesi del sud-est asiatico come liberi dalla polio, una dichiarazione lungamente attesa, anche perché cinque anni fa in India si contava circa la metà dei casi di polio di tutto il mondo. L’ultimo caso di polio della regione è stato riportato a West Bengal, India, il 13 gennaio 2011.

“Questo risultato è una pietra miliare essenziale per la Global Polio Eradication Initiative [GPEI]”, ha dichiarato Dong Kurn Lee, Presidente del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Rotary durante la riunione South-East Asia Regional Certification Commission for Polio Eradication dell’OMS a Nuova Delhi, India, il 27 marzo scorso. “Abbiamo battuto la polio nel sud-est asiatico e adesso dobbiamo fare altrettanto nel resto dell’Asia e dell’Africa”, ha poi concluso D.K. Lee.

La regione include Bangladesh, Bhutan, Corea, Indonesia, Maldive, Myanmar, Nepal, Sri Lanka, Tailandia e Timor-Leste. Gli oltre 1,8 miliardi di abitanti rappresentano il 25 percento della popolazione mondiale.

Il sud-est asiatico si unisce alla regione delle Americhe dell’OMS (1994), alla regione Ovest del Pacifico (2000) e alla regione dell’Europa (2002) nell’eradicazione della polio, realizzando un altro passo essenziale per un mondo libero dalla polio entro il 2018.

Le città altamente popolate, le popolazioni di lavoratori migranti e le condizioni igienico-sanitarie scadenti hanno rappresentato delle grandi sfide all’eliminazione di questa malattia dalla regione asiatica.

Il Presidente della Commissione PolioPlus dell’India, Deepak Kapur, ha  parlato dell’eradicazione della polio nel suo Paese come “un’impresa monumentale, che ha richiesto sforzi immani a tutti i livelli dal governo e dai partner mondiali”.

Inoltre, sono stati cruciali “gli enormi impegni di cooperazione, buona volontà e accettazione delle immunizzazioni da parte della comunità musulmana e tra i leader religiosi”, ha affermato Ashok Mahajan, past Amministratore della Fondazione Rotary. I Rotary club hanno ottenuto maggiore supporto grazie alla creazione di cliniche sanitarie gratuite per rispondere alle esigenze di base, come le immunizzazioni contro il morbillo, checkup, medicinali, vitamina A e occhiali da vista.

In Sri Lanka, sono state essenziali le tregue durante la guerra civile, per poter realizzare le Giornate d’Immunizzazione Nazionale (NID) negli anni 90. Come primo passo, i dirigenti del Rotary e dell’UNICEF stabilirono i primi contatti con le Tigri della liberazione del Tamil Eelam.

‘La nostra non è una guerra contro i bambini’ dichiarò all’epoca il capo del gruppo, dichiarando che, se Rotary e UNICEF erano in grado di persuadere il governo a interrompere la guerra per due giorni, anche i guerriglieri avrebbero abbassato le armi. Le sucecssive NID divvennero famose come Giornate di tranquillità.

In Bangladesh, Rotary, OMS e UNICEF hanno incrementato la consapevolezza del bisogno di eliminare la polio, motivando i genitori a vaccinare i bambini durante le NID. In Nepal, Rotary, il governo nazionale, l’OMS e l’UNICEF hanno collaborato da vicino per liberare il Paese dalla polio. La prima NID in Nepal si è svolta nel 1996, e l’ultimo caso di poliovirus selvaggio del posto è stato rilevato solo quattro anni dopo.

La sfida della GPEI adesso è eliminare la polio nei tre Paesi polio-endemici rimanenti: Afghanistan, Pakistan e Nigeria, dove il poliovirus non è mai stato interrotto. Negli ultimi tempi, le epidemie in Medio Oriente e nel Corno d’Africa hanno ricordato a tutti che, se la polio continua ad esistere, tutto il mondo è a rischio.

Rajendra Saboo, Past Presidente del RI ha dichiarato: “Adesso sta all’India condividere le lezioni apprese e le migliori prassi con gli altri Paesi che stanno ancora combattendo contro la polio, per poter proteggere i bambini, tutti i nostri bambini. Noi stiamo già facendo la nostra parte, assistendo in tutti i modi possibili…la vittoria dell’India contro la polio e la certificazione del sud-est asiatico come regione libera dalla polio sono arrivate al momento giusto, e faremo leva su questi enormi successi per dire che è necessaria un’ultima spinta, la spinta finale, per eliminare la polio dalla faccia della Terra”.

Più info, endpolio.org/it

Dona a End Polio Now

Advocacy per un mondo libero dalla polio

Più info sul piano per la spinta finale contro la polio

Tratto da Rotary News, A cura di Dan Nixon, 2-APR-2014

Il Rotary aiuta il Villaggio Sos. Consegnata la donazione.

2014 05 24 - VILLAGGIO SOS

I Rotary club mobilitati per il Villaggio SOS. Si tratta dei club “Mantova”, “Mantova Castelli” e “Postumia” che, insieme a Rotary Foundation, hanno elargito, grazie alle donazioni dei soci, 6.500 euro alla cooperativa sociale che opera dal 1995 nell’ accoglienza di bambini e ragazzini con alle spalle storie di disagio familiare. «Il denaro – ha spiegato Vanna Pasini presidente del Rotary Club Mantova Castelli – verrà utilizzato per sostenere le spese straordinarie che serviranno per assicurare un operatore con qualifica di educatore professionale. Avrà un contratto part-time di ventiquattro ore settimanali collocate nella fascia pomeridiana, con mansioni di aiuto ai giovani nel compimento delle attività post-scolastiche e ludico-sportive. Inoltre, l’attività di sostegno sarà indirizzata alla contribuzione alle spese, insieme al comune di Mantova, per consentire a un giovane di proseguire nella sua formazione professionale continuando nella frequenza della scuola che ha intrapreso già da un anno e dove ha ottenuto una borsa di studio». All’incontro erano presenti, tra gli altri, Ezio Onorato, vicepresidente villaggio SOS e Rotary Postumia, Cristiana Piazzo e Alviero Camin, rispettivamente direttrice del villaggio e presidente nazionale Villaggio SOS, che hanno inoltre spiegato la possibilità di devolvere il 5×1000 alla struttura.

Tratto da Gazzetta di Mantova 25 maggio 2014

Il “Mantovano Volante” quest’anno corre pro “End Polio Now”

IL MANTOVANO VOLANTE

A.M.A.M.S. Tazio Nuovolari Mantova (Ente Federato all’A.S.I. – Auto Moto Club Storico Italiano) organizza, con il supporto del Rotary Mantova Castelli e del Rotaract Club Mantova e con il Patrocinio della Provincia e del Comune di Mantova, un evento che ha come obiettivo la raccolta di fondi da destinare al progetto internazionale rotariano “END POLIO NOW”, iniziativa globale per l’eradicazione della poliomielite nel mondo.

La manifestazione, inserita nel Calendario Nazionale Manifestazioni ASI, seguirà le disposizioni regolamentari delle Manifestazioni di Regolarità ASI con Strumentazione Classica.

La giornata di sabato 31 maggio 2014 vedrà il centro di Mantova spettatore dello scorrere delle vetture partecipanti in una sorta di mostra dinamica, mentre Palazzo Te sarà cornice della prima serie di prove di Regolarità del “Mantovano”.
Nel resto della giornata si attraverseranno i più suggestivi paesaggi del Basso Mantovano e del Parmense, fino alla sosta nella rocca Quattrocentesca di Roccabianca (Parma). 
La Mostra Statica di Piazza Sordello, che avrà inizio con l’arrivo delle vetture nel pomeriggio, chiuderà il momento agonistico – culturale del primo giorno in attesa della cena di gala, che si terrà presso Cà degli Uberti.

Domenica 1 giugno 2014 si assisterà alla partenza degli equipaggi dalla Galleria Nazionale del Corpo dei Vigili del Fuoco di Mantova. Il percorso si snoderà nell’Alto Mantovano, con breve sosta nella suggestiva Borghetto di Valeggio sul Mincio.
L’evento giungerà al termine presso Villa Schiarino Lena di Porto Mantovano, con la Mostra Statica Finale delle vetture e con le Premiazioni della gara di Regolarità.

A “Il Mantovano Volante” saranno ammesse fino a 50 auto da corsa e sportive stradali in regola con il Codice della Strada prodotte entro il 1975, in possesso del Certificato d’Identità ASI / CARTA FIVA. 
Le vetture “anteguerra”, inoltre, beneficeranno di un’agevolazione all’iscrizione, nel desiderio da parte del Comitato Organizzatore di commemorare al meglio Tazio Nuvolari attraverso la partecipazione di vetture che hanno corso nei suoi immemorabili anni di gare.

Per informazioni:
www.facebook.com/ilmantovanovolante/ – www.amams.org
infoamams@amams.org – Tel 0376-648.205 – Fax 0376-649.302

Sono ancora aperte le sponsorship e ci attendiamo che qualche rotariano colga la duplice opportunità di sponsorizzare un evento che vuol fornire il proprio contributo a END POLIO NOW.

NASCE LA FAVOLA DI CHICCO

Chicco2

NASCE LA FAVOLA DI CHICCO PER FAR CONOSCERE IL ROTARY AI BAMBINI E ALLE FAMIGLIE 

Nell’anno 2013-14 i Governatori di tutti i Distretti Rotary d’Italia si sono impegnati in una campagna di comunicazione per far conoscere il Rotary per i suoi grandi valori e per le tante e importanti iniziative che realizza a livello locale e globale.
Questa fiaba è un dono che viene fatto ai bambini delle scuole elementari: un dono per riflettere. È la storia di un bambino, Chicco, che si sente emarginato dai suoi compagni e si rifugia in un suo mondo dove, con l’unicorno Azur, sorvola paesi lontani:
l’Africa, l’Asia.
Nella fiaba Chicco viene in contatto con personaggi che riconducono a situazioni vere di povertà, mancanza di acqua e di cibo, storie di bambini costretti a fare lavori da adulti oppure a vivere le brutture della guerra.
A ciascuno affida un piccolo dono simbolico e riceve doni che lo aiuteranno a sconfiggere la tristezza che toglie la musica dalla sua vita. I bambini che seguono Chicco nel suo viaggio possono cominciare ad affrontare temi importanti.
– La multi etnicità. Gli amici che Chicco conosce durante il suo viaggi appartengono a culture diverse dalla sua con tratti somatici e usanze differenti. Tuttavia l’amicizia che s’instaura tra il protagonista e Amara, Mumbua, Rishi, Deva e Samir valica queste diversità e porta tutti loro a un aiuto reciproco.
– L’importanza dell’ascolto. Chicco imparerà molto ascoltando le storie degli amici che incontrerà sul suo percorso.
– La ricerca della felicità che molto spesso si pensa di aver perso invece è solo rimasta “prigioniera” da qualche parte e aspetta che qualcuno la vada a liberare.
Nelle ultime pagine, insieme alla carta geografica che visualizza i viaggi di Chicco e Azur, ci sono semplici riferimenti alle azioni umanitarie condotte nel tempo dai volontari del Rotary in quelle regioni.
Una fiaba per stimolare i bambini a riflettere e ad affrontare i problemi in maniera positiva e propositiva, come noi rotariani ci sforziamo di fare dal 1905.
Anna Spalla
Governatore del Distretto Rotary 2050
a nome dei Governatori di tutti i Distretti d’Italia

Chicco1

Il Rotary Club Mantova Castelli ha distribuito 90 libri alle classi II elementare della SE Martiri di Belfiore a Mantova; nella classe I elementare della SE Ippolito Nievo a Mantova; nella classe II elementare nella SE Collodi a Curtatone (Mantova). In una di queste scuole, il libro è talmente piaciuto che han fin richiesto di poterlo utilizzare (in parte) quale base per il diario scolastico per l’anno 2014-2015. Un’insegnante ne vorrebbe fare anche una drammatizzazione. Il gruppo docenti e la stessa direttrice didattica sono stati molto contenti di accogliere i rotariani e altrettanto entusiasti nel pensare molte cose da realizzarsi con il libro donato.

Il nostro Club sostiene la Società della Musica

Anche quest’anno il nostro Club sostiene la Società della Musica, guidata dal maestro Stefano Giavazzi, Sponsorizzando un concerto della stagione in corso.

2014 03 10 - Società della Musica 2

Nella foto la presidente Vanna Pasini con  il pianista Roberto Cappello, protagonista della serata del 10 marzo dal titolo “Il pianoforte romantico” presso l’Auditorium Claudio Monteverdi.

Una tecnica raffinatissima unita ad una rara sensiblità artistica e spirituale, pongono Roberto Cappello ai vertici del concertismo contemporaneo. Dopo la vittoria del Premio Busoni nel 1976, ha iniziato una grande carriera che lo ha visto acclamato protagonista nei teatri più prestigiosi di tutto il mondo, sia nelle vesti di solista, che con orchestra e formazioni da camera. All’intensa attività concertistica affianca con esemplare rigore ed impegno quella didattica. Attualmente ricopre l’importante carica di Direttore del Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma.

2014 03 10 - Società della Musica

INDIA CELEBRA TRE ANNI SENZA POLIO

IMG 1311

In tutta l’India e intorno al mondo, i Rotary club stanno celebrando un’importantissima pietra miliare: per tre anni in India non si sono registrati nuovi casi di polio. L’ultimo caso risale al 13 gennaio 2011 che aveva colpito una bambina di due anni del West Bengal.

Per segnare questo storico trionfo — raggiunto dopo decenni di continue lotte contro la polio — i Rotary club hanno illuminato monumenti storici e strutture iconiche con questa semplice ma potente frase: “L’India è senza polio”.

Il raggiungimento del traguardo triennale getta le basi per ottenere la certificazione ufficiale da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità che l’intera regione del Sudasia è libera dalla polio. Il governo indiano sta organizzando anche un vertice sulla polio a febbraio per commemorare questa vittoria nell’ambito dell’impegno globale per l’eliminazione della polio.

Adesso la sfida che rimane consiste nel replicare il successo dell’India nel Paese confinante del Pakistan, uno degli ultimi tre polio-endemici, insieme ad Afghanistan e Nigeria.

I leader del Rotary dell’India stanno lavorando con le loro controparti del Pakistan per condividere le migliori prassi e le lezioni apprese durante la campagna antipolio condotta con successo. Il Rotary è stato particolarmente abile nell’ottenere il sostegno dei capi religiosi delle comunità islamiche del posto. Adesso anche i leader del Rotary del Pakistan stanno svolgendo un simile ruolo per contrastare i pettegolezzi e le disinformazioni sulle vaccinazioni che sono le ragioni per cui i genitori musulmani non vogliono far vaccinare i loro bambini.

Intanto, le Giornate d’Immunizzazione Nazionali continuano ad essere organizzate in entrambi i Paesi allorquando i volontari del Rotary si uniscono agli operatori sanitari per somministrare il vaccino antipolio ad ogni bambino di età inferiore a cinque anni.

“Dobbiamo adesso arrestare la polio in Pakistan per proteggere i bambini del Pakistan e salvaguardare il nostro successo in India e in altri Paesi in cui abbiamo battuto questa terribile malattia”, ha affermato il presidente della commissione PolioPlus dell’India, Deepak Kapur. “Fino a quando la polio non viene finalmente eradicata in tutto il mondo, tutti i bambini non vaccinati correranno il rischio di contagio e paralisi, a prescindere da dove abitano”.

Tratto da Rotary News 13 gennaio 2014